ADVERTISEMENT

Come conservare il reggiseno al meglio: le regole d’oro!

come-conservare-reggiseno-3

Hai acquistato il reggiseno dei tuoi sogni o forse anche uno dei più comodi che esistono, sei contentissima e ora non vorresti più mollarlo. Se vuoi che duri il più possibile, segui le nostre regole su come conservare il reggiseno al meglio!

Come conservare il reggiseno: trucchi e consigli

Avere un reggiseno perfetto passa prima di tutto, come è ovvio che sia, dalla cura che hai di esso: devi trattarlo praticamente con i guanti bianchi. Ci sono vari aspetti da tenere in considerazione, la maggior parte dei quali passa dal lavaggio. Ecco di seguito le dritte su come conservare il reggiseno.

 

  1. Lava a mano il reggiseno. Sembra scontato, eppure molte di noi non ci pensano (o non hanno il tempo di farlo). Il lavaggio a mano consente di mantenere più a lungo le fibre e i tessuti e evita che si allarghino, che cedano, che si creino pallini o – peggio ancora – che il ferretto, quando c’è, fuoriesca.
  2. Se usi la lavatrice, lava in modo delicato il reggiseno. Andiamo a sempre di corsa e non riusciamo proprio a dedicare tempo al lavaggio a mano dei capi? Ovviamente l’unica alternativa è la lavatrice, ma si possono usare diverse accortezze, e tra queste è fondamentale impostare l lavaggio per delicati, evitare l’ammorbidente (che allenta le fibre elastiche) e se possibile inserire ogni reggiseno in una sfera protettiva in plastica, che consente di proteggerlo da sfregamenti e torsioni del lavaggio e della centrifuga. Una che ve ne consigliamo in particolare è quella di Marbet Due: costa sui 10 euro e si può acquistare sia attraverso lo shop online sia nei punti vendita sul territorio. Durante il ciclo di lavaggio, isola e protegge la lingerie (ideale anche per collant e abbigliamento intimo con pizzo). Il reggiseno ringrazierà.
  3. Lavalo, ma non troppo. Rispettando i limiti dell’igiene, è ovvio! Troppi lavaggi, però, nuocciono al reggiseno, quindi non esagerate! Ogni 3-4 utilizzi (in condizioni normali) va bene. Discorso non applicabile ai reggiseni sportivi, che invece sono abbastanza resistenti.
  4. Fallo asciugare naturalmente, mai in asciugatrice, che danneggia soprattutto le fibre elastiche con il calore eccessivo.
  5. Stendilo dalla parte dei gancetti. Il reggiseno deve essere appeso dalla parte dei gancetti (quella dell’allacciatura, più resistente) e fermato con una molletta al filo dei panni.
  6. Piegalo con cura. Guai a infilarlo nel cassetto come capita: potremmo rischiare di deformarlo, che si incastri e, peggio, di storcere il ferretto. Allora sì, sarebbero dolori. Piegalo a metà e infila le coppe una dentro l’altra, accoppiandole.
  7. Una volta asciutto, riponilo nel cassetto in sacchettini separati. Sarà più facile trovarlo e la freschezza e il profumo di pulito si mantengono più a lungo.
  8. Tienilo in un luogo asciutto per evitare che l’umidità non lo danneggi.
  9. Indossa i reggiseni alternandoli. Cambiare e non usare sempre lo stesso, anche se lo amiamo, fa bene ai tessuti. A tutti, specialmente quelli elastici: dopo una giornata che li indossiamo hanno bisogno del loro ‘riposo’ per tornare anch’essi ‘in forma’.

Questi sono i nostri consigli su come conservare il reggiseno al meglio. E quali sono i vostri?

LEGGI ANCHE: LE 10 COSE CHE FORSE NON SAPETE SUL REGGISENO

SHARE THIS

RELATED ARTICLES

LEAVE COMMENT

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

I benefici dell’acquagym: impossibile farne a meno!

11/06/2019 . by Noemi Matteucci

L’acquagym o aquagym va per la maggiore in estate, quando fa piacere rinfrescarsi al sole degli oltre 30...

READ MORE

Cos’è il cono vaginale e come si usa?

23/05/2019 . by Redazione Web

Cos’è il cono vaginale e come si usa? Scopriamo senza tabù a cosa serve questo ‘oggetto misterioso’ e...

READ MORE

Disturbi alimentari: si abbassa l’età di insorgenza. La mappa dei centri attivi in Italia

15/03/2019 . by Noemi Matteucci

Il 15 marzo è in tutto il mondo la giornata contro i disturbi alimentari. Passando per il sito dedicato...

READ MORE

Riabilitazione del pavimento pelvico: ama la tua vagina (e non solo) come te stessa

18/02/2019 . by Noemi Matteucci

In collaborazione con la Dott.ssa Silvia Fabbri, ostetrica e uroriabilitatrice –  Amate la vostra vagina, vescica, utero, retto...

READ MORE