ADVERTISEMENT

Riabilitazione del pavimento pelvico: ama la tua vagina (e non solo) come te stessa

pavimento-pelvico-esercizi-kegel

In collaborazione con la Dott.ssa Silvia Fabbri, ostetrica e uroriabilitatrice – 

Amate la vostra vagina, vescica, utero, retto e uretra come voi stesse, iniziando dalla riabilitazione del pavimento pelvico.

Ecco come.

Cos’è il pavimento pelvico e a cosa serve?

Il pavimento pelvico è l’insieme anatomo-funzionale delle strutture di organi e tessuti comprese tra lo stretto superiore della pelvi e il perineo; in parole più semplici, sia negli uomini che nelle donne, è un insieme di muscoli e di legamenti che chiudono la parte inferiore della cavità addominale. La sua funzione è quella di mantenere gli organi pelvici (vescica, uretra, utero, vagina e retto) nella posizione corretta e di garantire così il loro normale funzionamento.

Per parlarvi di questa area pressoché ‘sconosciuta’ del corpo, abbiamo chiesto aiuto alla dottoressa Silvia Fabbri, ostetrica umbra che ha fatto di questo argomento il suo pane quotidiano, dato che lavora con tante donne in modo particolare proprio sulla riabilitazione del pavimento pelvico. Ci ha spiegato perché, per le donne, è particolarmente importante tenere conto di questi esercizi utilissimi durante tutta la vita. A praticare la ginnastica pelvica, infatti, non è tenuta solo chi riscontra un problema di perdite urinarie o fecali, dolori nella ripresa dei rapporti sessuali, senso di pesantezza o simili, ma tutte le donne che hanno partorito, come forma importante di prevenzione.

La dott.ssa Silvia Fabbri

Riabilitazione del pavimento pelvico in gravidanza

Durante la gravidanza, il pavimento pelvico è messo a dura prova. Per nove mesi dovrà sorreggere (oltre al peso degli organi pelvici, vescica, utero e retto) il peso del bambino e degli annessi fetali che piano piano, diventeranno sempre più pesanti. Successivamente, il parto andrà a stirare tutti quei muscoli che dovranno permettere il passaggio del bimbo nel canale vaginale. È proprio per questo che, oltre ad una ginnastica durante tutta la gravidanza, per arrivare con un perineo preparato ed allenato e prevenire lacerazioni, è importante fare degli esercizi mirati anche dopo il parto per ripristinare la normale fisiologia del pavimento pelvico. La rieducazione è rivolta a tutte le neo mamme che, a distanza di almeno due mesi dal parto hanno difficoltà nel riprendere la loro routine quotidiana, che iniziano o continuano a riscontrare piccole perdite di urina, di gas, o di feci, anche solo nei momenti di stress o che hanno difficoltà nel riprendere i rapporti con il proprio partner (per paura o per dolore).

LEGGI ANCHE: Menopausa, non fatevi trovare impreparate!

Perché è necessaria una riabilitazione del pavimento pelvico?

La riabilitazione del pavimento pelvico è una pratica importante a tutte le età, per la salvaguardia dei muscoli che assicurano la continenza urinaria e fecale, il supporto degli organi pelvici (vescica, utero, intestino), la gravidanza e il parto, i rapporti sessuali e così via, migliorando la qualità della vita e minimizzando molti disagi che diventano di ‘quotidiana convivenza’. «Circa una donna su tre – spiega la dott.ssa Fabbri – ha problemi di incontinenza urinaria (piccole perdite di urina in contemporanea ad un colpo di tosse, uno starnuto, un salto): questo accade perché quei muscoli, un tempo tonici, diventano più lassi, anche a causa di un fisiologico crollo ormonale di estrogeni e vanno così ritonificati con una ginnastica mirata. Inoltre, possono esserci problema di incontinenza fecale, di prolasso (il famoso ‘senso di peso’ in vagina), di dolore nei rapporti sessuali che a volte diventano impossibili (sia nel post-parto che in menopausa), di vulvodinia, di vaginismo, di infezioni (cistiti, candida) ricorrenti e prima e dopo un intervento chirurgico».

In cosa consiste, praticamente, la riabilitazione del pavimento pelvico?

In sintesi, si tratta di un percorso di diversi incontri volti a far prendere coscienza del proprio corpo, attraverso esercizi di chinesiterapia e/o bio-feedback e/o elettrostimolazione. Generalmente sconsigliate le soluzioni ‘fai da te’: «È sempre bene – spiega ancora la Fabbri – effettuare una visita specialistica o comunque un colloquio nel quale vengono illustrate le possibili vie da percorrere e le tipologie di trattamento: allenare il pavimento pelvico non è semplice come allenare braccia e gambe. Sul mercato esistono strumenti specifici, come i coni che, dopo l’avvio del programma di riabilitazione, possono aiutare per il mantenimento inserendoli in vagina e trattenendoli per qualche minuto (hanno dei pesi crescenti l’uno rispetto all’altro), ma la presenza di uno specialista è fondamentale per la riuscita della riabilitazione. Tuttavia, da sole – conclude l’ostetrica – non fa male praticare gli esercizi più noti, quelli di Kegel: contrarre i muscoli pelvici, come a dover ‘tirare’ il coccige (coda e parte finale della colonna vertebrale) in avanti verso la sinfisi pubica, in contemporanea a una lunga espirazione. Tutto ciò, senza utilizzare i muscoli adduttori, i glutei e il torchio addominale».

Ostetrica Silvia Fabbri
Specializzazione Master in Riabilitazione del pavimento pelvico (Università La Sapienza, Roma)
Telefono: 345.7764247  
silvia.fabbri92@libero.it

RICEVE PRESSO:
• Gyneco salus, Perugia (PG)
• G.Cinque Services, Marsciano (PG)
• Igea, Camucia (AR) 

• Centro medico Cairoli, Gubbio (PG)
• Medical Hub, Bastia Umbra (PG) 

SHARE THIS

RELATED ARTICLES

LEAVE COMMENT

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Quale gelato scegliere? 7 consigli per gustarlo senza esagerare

26/06/2019 . by Redazione Web

Dalla fragola al fondente è tutto buonissimo…ma quale gelato scegliere? Ecco i 7 consigli per gustarlo senza sensi di colpa!

READ MORE

I benefici dell’acquagym: impossibile farne a meno!

11/06/2019 . by Noemi Matteucci

L’acquagym o aquagym va per la maggiore in estate, quando fa piacere rinfrescarsi al sole degli oltre 30...

READ MORE

Cos’è il cono vaginale e come si usa?

23/05/2019 . by Redazione Web

Cos’è il cono vaginale e come si usa? Scopriamo senza tabù a cosa serve questo ‘oggetto misterioso’ e...

READ MORE

Disturbi alimentari: si abbassa l’età di insorgenza. La mappa dei centri attivi in Italia

15/03/2019 . by Noemi Matteucci

Il 15 marzo è in tutto il mondo la giornata contro i disturbi alimentari. Passando per il sito dedicato...

READ MORE