Cucini con olio o con burro? Ecco qual è il migliore per il tuo benessere!

Nella preparazione in cucina è meglio utilizzare l'olio o il burro? Tutto quello che non sapevi su questi due alimenti. 

In cucina gli alimenti sono molto vari e gli abbinamenti innumerevoli e spesso tutti squisiti. Ci sono però alimenti che sono alla base della nostra cucina, in particolare di quella italiana e quindi della dieta mediterranea. Stiamo parlando del burro e dell'olio extravergine di oliva. Analizziamo questi due ingredienti e scopriamo qual è il migliore da utilizzare in cucina e in che modo:

-Olio extravergine di oliva: è uno degli alimenti e dei condimenti base della nostra cucina e viene prodotto grazie alle olive e a un processo di spremitura che prevede prodotti freschi e di alta qualità. Grazie a suo sistema di produzione che prevede solo lavaggio e eliminazione di foglie prima della spremitura, l'olio mantiene invariato il suo contenuto di grassi e le sostanze con effetto antiossidante utili al nostro organismo. Ci sono poi oli che vengono raffinati e in quel caso perdono molte delle loro proprietà. E' uno degli alimenti fondamentali per la nostra dieta e alimentazione quotidiana.

-Burro: il burro è invece un concentrato dei grassi del latte che ha una forma solida, un odore gradevole e un colore giallo. La produzione avviene attraverso prima l'estrazione della crema di latte e poi nella sua trasformazione in crema di burro. Per predisposizione di legge il burro deve contenere almeno l'80% di grassi ma esistono in commercio anche prodotti più leggeri. Non è sottoposto a trattamenti chimici.

Olio vs burro: con quale dei due cucinare?

In cucina entrambi i prodotti sono molto utilizzati e arricchiscono i nostri piatti, in particolare l'olio viene usato anche a crudo ed è lì che sprigiona le sue potenzialità massime. L’olio extravergine di oliva apporta 899 kcal per 100 ml mentre il burro apporta 758 kcal per 100 grammi. Dopo aver raccolto questi dati possiamo però affermare che in cucina è meglio utilizzare l'olio e scopriamo i motivi di questa scelta. L'olio extravergine di olive è preferibile utilizzarlo sempre a crudo ma anche se usato per cucinare non perde le sue proprietà nutritive e soprattutto ha un punto di fumo molto più alto del burro.

Al contrario il burro quando viene posto a cottura perde gran parte delle sue vitamine, in particolare quella A di cui è molto ricco e ha un punto di fumo molto basso che a lungo andare può favorire la produzione di sostanze tossiche ad alte temperature (in questo caso la padella). Sarà quindi perfetto per mantecare i nostri risotti o primi piatti e da utilizzare nei dolci.

LEGGI ANCHE>>>Conosci l'allume di rocca? Potrebbe risolvere tutti i tuoi problemi